48°RALLY del Friuli - Alpi Orientali 31 Agosto - 1 Settembre 2012

Oltre 130 gli iscritti per la 48edizione del Rally del Friuli e delle Alpi Orientali che si sono confrontati nelle sei prove speciali di questa splendida manifestazione. 120,3 Km di prove cronometrate e un percorso totale di 301,48 Km su un tracciato che riprendeva le storiche p.s. che si snodava

no nelle Valli del Natisone e del Torre, mentre la prova spettacolo, in piazza 1° Maggio a Udine, è stata annullata per problemi di sicurezza. La gara era valida quale: 2prova del TRA Girone B, 6prova della Mitropa Cup, per il Challenge di IV e V zona, per il campionato Sloveno e per tutti i trofei di marca. La Vimotorsport aveva 6 equipaggi ai nastri di partenza. Come ormai da consolidata consuetudine l'appuntamento Friulano si è caratterizzato per la selettività e per le difficoltà tecniche del percorso con l'aggiunta nella 1prova delle insidie derivanti dal tracciato umido a causa della pioggia che era caduta nella nottata di venerdì. La Vimotorsport, nonostante la sfortuna che ha colpito ben 3 dei suoi equipaggi, si aggiudica comunque la coppa di scuderia grazie Andrea Biasiotto - Anna Tomasi, Fabio Pessot - Christian Cracco, Mario Bertanzon - Masina Palitta Andrea Biasiotto - Anna Tomasi davvero fantastici con una prestazione che li ha visti fin dalla prova d'apertura all'8° posto assoluto per concludere la gara in modo trionfale con un 5° posto nell' assoluta e il terzo di classe in S2000, risultato che va ad impreziosire il 7° assoluto conseguito al Marca Trevigiana in questo TRA 2012 che per essere perfetto manca solo dell'iscrizione al Trofeo. Indubbiamente i risultati ottenuti dalla coppia Vittoriese in questo 2012 sono stati sin qui di grande spessore tecnico, questo anche grazie al fondamentale contributo che scaturisce dalla preziosa e professionale collaborazione della Delta Rally che cura la Peugeot 207 S2000 del nostro equipaggio. Fabio Pessot - Christian Cracco su MG Rover ZR A5, poche gare nell'anno e scelte con cura in funzione del loro prestigio e dell'impegno tecnico agonistico ma che garantiscano poi importanti risultati in termini di immagine. La vittoria di classe in A5, che vedeva al via ben 15 partenti (era la classe più numerosa) e la 21posizione nell'assoluta testimoniamo sulla bontà della filosofia delle "poche ma buone" di questo forte equipaggio che sa farsi apprezzare per le grandi capacità agonistiche. Mario Bertanzon - Masina Palitta su Clio R3 C. ottengono l'obiettivo che si erano prefissati raggiungere il traguardo di Udine con un più che onorevole 28° posto assoluto. Sono quinti di classe R3C e va sottolineato che questo risultato deve tener conto anche dello scotto pagato per i mesi di fermo di Mario Bertanzon, la Clio R3 è infatti vettura tutt'altro che facile se utilizzata in modo saltuario. Filippo Bravi - Enrico Bertoldi su Clio R3, la loro è stata ottima prestazione fino a che la sfortuna, sotto forma di foratura nella 5p.s., ha fatto perdere loro ben 10 minuti. Una gara condotta comunque in modo eccellente ma veramente sfortunata che li porta al traguardo con un insoddisfacente 6° posto in classe R3C tenuto conto che senza la foratura avrebbero chiuso nei primi 10 dell'assoluta. Claudio Caldart - Silvia Mosena su Peugeot 106 FA6. Nel p.s. d'apertura - Subit - perdono oltre 6 minuti a causa problemi di lubrificazione al motore, poi nonostante prestazioni di tutto rispetto nelle restanti sei prove riescono a recuperare solo in parte il pesante svantaggio e chiudono al 4° posto di classe FA6. Bernd Zanon - Florian Zelger su Clio S1600, sicuramente bravi ma sfortunati: la coppia Alto Atesina prima di classe sino alla 5p.s. con tempi sempre molto interessati nell'assoluta è stata tradita da guai all'impianto elettrico nel corso della 5p.s. e poi definitivamente bloccata e costretta al ritiro nella 6