30° Rally Bellunese 23-24 maggio 2015

La corsa, era valida per il Trofeo Rally Nazionali terza zona, per l'Alpa Adria Rally Cup, il Challenge delle Polizie europee, i Trofei Renault Clio R3 Italia e Twingo R2, il Campionato Triveneto. Gara quindi a partecipazione straniera che sommava pure il fascino dell'internazionalità. Immutata la

struttura del Bellunese 2015 rispetto alla passata edizione: 3 le p.s. da ripetere per tre volte Lentiai 7,20 km, Cesio di 7,50 km e Valmorel 9,43 km su un percorso di 261,63 chilometri di cui: 72,39 cronometrati e 189,24 km di trasferimenti. Ben 107 le vetture iscritte, numero che in tempi difficili fanno sorridere lo storica organizzatrice ASD Tre Cime Pro Motor di Giobbe Mastellotto. Erano 11 gli equipaggi della Vimotorsport al via a Santa Giustina, sede della partenza e dell' arrivo da Piazza Maggiore. La corsa è scattata alle 9.00 di Domenica 24 maggio in una giornata dal meteo incerto con cielo coperto con pioggia attesa per il pomeriggio. Fortunatamente la pioggia non è arrivata ma si è corso su un tracciato comunque molto insidioso e selettivo per il maltempo, che aveva caratterizzato le giornate di venerdì e sabato, come testimoniano i 42 ritiri su 106 partenti. La tradizione di gara molto difficile, vivace e combattuta, sia per l'assoluta che nelle classi con risultati incerti fino all'ultima ps, è stata rispettata in pieno; per i portacolori della Vimotorsport troviamo: l'eccellente ottavo assoluto e secondo di classe S1600 per Brik, navigato da Peter Giacomin, sulla Punto S1600 Speed Rally che è anche risultato primo dei piloti bellunesi nella gara di casa. Fontana Kid, Pongan Elena sulla Renault Clio R3C, Speed Rally, ottimi vincitori di classe R3C, autori di una bella prestazione, 14i assoluti e primi assoluti nella Alpe Adria Rally Cup. Sempre in classe R3C Bertanzon Mario, Palitta Masina con la Renault Clio R3 sono quinti di classe. In classe N3 troviamo quinti Vettoretto Flavio, Dal Zot Celestino con la Clio Renault RS. Settimo posto in classe R2B per Da Ros Matteo, Gaio Alessandro con la Citroen C2. Gli equipaggi sfortunati di giornata, costretti a fermarsi sono: Colferai Carlo, Busatto Omar Renault Clio 3RC fermi già alla prima prova per problemi al propulsore; con le Renault Clio RS N3 si sono fermati, entrambi per noie al cambio, alla ps 5 Manbretti Erik Zanon Rudy, e alla ps 7 Simoni Mariano, Mattivi Serena; per quelli che dovevano essere i protagonisti di classe N2 con le Peugeot 106 troviamo Caldart Claudio, Bortot Stefano che nella ps 3 hanno patito la rottura di un semiasse, con perdita di ben 4 minuti e poi successivo ritiro in ps 6 per un guasto al tirante del cambio, mentre De Barba Matteo, Piceno Denis hanno patito un guasto al propulsore e sono stati fermati nella ps 4 quando erano primi di classe, infine Burigo Omar, Da Rolt Moreno con la Opel Corsa GSI, A6 fermi dopo la ps 8 per problemi al motore.