Successi e titoli per Vimotorsport in un esaltante 2023

In occasione del pranzo sociale che si è svolto domenica 4 febbraio presso il Ristorante Hotel Primavera di Godega di Sant’Urbano (TV), la scuderia Vimotorsport ha festeggiato i suoi portacolori consegnando riconoscimenti a coloro che, nel corso del 2023, si sono particolarmente contraddistinti nelle varie discipline motoristiche con un occhio di riguardo ai giovani piloti “di casa” Tiziano Ghirardo, ventenne vittoriese che

 al suo debutto nella velocità in salita con l’Honda Civic EK4 1.6 di gruppo E1 Italia, ha saputo sin da subito mostrare grinta e carattere, Beatrice Scarafone ventiduenne della provincia di Frosinone che, dopo alcune esperienze in circuito, ha fatto il suo esordio nelle cronoscalate a Gubbio in occasione del Trofeo Luigi Fagioli con la Peugeot 106 Suzuki E1 It. 1100 e Giorgio Giacomin diciottenne di belle speranze che ha dato il via alla sua carriera sportiva disputando con la Renault Clio Rally5 le due crono Alpe del Nevegàl e Pedavena Croce d’Aune.

Il sodalizio nel corso della giornata ha poi stilato il consueto bilancio sui tanti successi ottenuti nella passata stagione dove sono state registrate ducentosessantotto presenze al via in ben 75 manifestazioni, ha illustrato i programmi per il prossimo futuro agonistico ed omaggiato i partners ed i collaboratori che hanno supportato la compagine negli scorsi dodici mesi.

 

Sono indubbiamente le competizioni in salita a regalare al team le maggiori gratifiche e la prima fra tutte è sicuramente la conquista dell’alloro nella speciale graduatoria riservata alle scuderie partecipanti al Campionato Italiano Velocità Montagna grazie alle numerose affermazioni e ai molteplici piazzamenti fatti registrare dagli alfieri della squadra i quali hanno saputo ben rappresentare i colori della formazione presieduta da Antonio Tomasi.

Il FIA European HillClimb Championship ha proclamato nuovamente vincitori il trentino Christian Merli e la sua Osella FA30 Judd LRM. Il driver di Fiavè, con un rollino di marcia impressionante che lo ha portato ad iscrivere il suo nome nell’albo d’oro di ben dieci prove su dieci disputate, ha incassato, oltre alla coppa assoluta, anche la vittoria nella D/E2 – SS dove ha preceduto il tedesco Alexander Hinn che, con la versione Zytek della vettura di casa Osella, si è aggiudicato il quarto posto nella classifica finale dell’europeo.

Doppia affermazione nella velocità in montagna per Alberto Scarafone; il pilota di Alatri, con destrezza e determinazione, è riuscito ancora una volta a metter le ruote della sua Osella PA21 Honda davanti a tutti dominando la categoria riservata ai prototipi di gruppo CN e la classe fino a 3000 cc.

Annata trionfale pure per l’esperto Diego Degasperi che, nel tricolore, si è confermato di nuovo il miglior interprete delle E2 – SS 3000 portando in gara l’Osella FA30 GEA con la quale ha ottenuto anche il successo nel girone centro nord del Trofeo Italiano Velocità Montagna.

Grandi soddisfazioni arrivano da Achille Lombardi che si è presentato allo start dell'italiano al volante della nuova Osella PA21 4C Turbo LRM gestita dal Team Puglia. Il lucano ha intascato la seconda posizione nella generale e tra le biposto di gruppo E2 - SC oltre al primato nella due litri.

Chiude terzo nella classifica del CIVM riservato alle vetture TM – SS il mai domo Gino Pedrotti che conduce la Renault Formula Tatuus sino alla prima piazza nella serie cadetta dimostrando ancora una volta le sue buone doti velocistiche.

Dopo l'esperienza in pista nel Time Attack Italia, è tornato ad esprimersi ad alto livello nelle cronoscalate il romano Marco Iacoangeli il quale, con la splendida BMW Z4 GT3, ha conquistato la vittoria di classe ed il secondo posto di GT nell’italiano pur dovendo fare i conti con uno stop imprevisto alla Rieti – Terminillo che gli ha precluso la possibilità di lottare fino alla fine per il titolo.

Nel TIVM la medaglia d’oro di Racing Start e di RS2000 è andata al collo del trevigiano Paolo Venturi che, alla sua prima stagione con l’Honda Civic Type – R, si è reso subito protagonista di ottimi risultati anche nel tricolore dove ha concluso terzo di RS fino a 2000cc e primo di classe.

Il Trofeo centro nord vede il trionfo nella E2 - SH oltre 3000 del vittoriese Michele Ghirardo che, con l’accattivante e molto ammirata Lotus Exige Cup 260 motorizzata Toyota, ha chiuso in seconda posizione di gruppo.

Nella categoria NS, bicchiere mezzo pieno per Remo De Bastiani che, penalizzato nella rincorsa al primato dall’annullamento della Salita del Costo, ha concluso l’annata incassando la seconda piazza di 1600 al volante dell’ottimamente preparata Honda Civic EK4.

Ha sfoderato ancora una volta una buona prestazione il patavino Adriano Pilotto il quale è riuscito a condurre la sua Honda Civic Type – R sino sul secondo gradino del podio di Racing Start Plus 2000 nel CIVM mentre il rallista di Pedavena Flavio Vettoretto ha centrato un più che onorevole secondo posto di Racing Start 2000 nella serie nazionale centro nord con la Renault Clio RS.

 

Nel settore dei rally non sono mancate le soddisfazioni per la struttura veneta grazie ai fratelli Zanin.

Mattia, affiancato per la maggior parte della stagione dall’esperto Fabio Pizzol e, in un paio di occasioni, dal vicentino Elia De Guio, ha conquistato la sesta posizione nel blasonato FIA European Rally Championship “Junior” a bordo della Peugeot 208 Rally4 di categoria RC4 messagli a disposizione dalla Delta Rally. Per il ventiduenne coneglianese il 2023 si è concluso con due risultati di rilievo ottenuti al Rally di Scandicci e al Fettunta dove, con la nuova Toyota Yaris GR di classe R1TNaz. 4x4, ha terminato in entrambi gli appuntamenti terzo assoluto.

Bellissima affermazione nel Raggruppamento F del Raceday Rally Terra 2022/2023 per Marco Zanin il quale, con Massimo Morriconi alle note, ha occupato anche la seconda piazza tra gli Under23 iscritti al medesimo trofeo portando in gara la Renault Clio Rally5 di gruppo RC5N gestita dalla NDM Tecno. Il driver ha saputo mettersi in luce anche nel Campionato Italiano Assoluto Rally dove, sempre al volante della scattante due ruote motrici francese curata questa volta dalla Motorsport Italia, ha conseguito il secondo posto tra gli Junior dopo aver vinto due (Rallye San Remo e ACI Rally Monza) dei sei round in calendario.

In occasione del pranzo sociale che si è svolto domenica 4 febbraio presso il Ristorante Hotel Primavera di Godega di Sant’Urbano (TV), la scuderia Vimotorsport ha festeggiato i suoi portacolori consegnando riconoscimenti a coloro che, nel corso del 2023, si sono particolarmente contraddistinti nelle varie discipline motoristiche con un occhio di riguardo ai giovani piloti “di casa” Tiziano Ghirardo, ventenne vittoriese che al suo debutto nella velocità in salita con l’Honda Civic EK4 1.6 di gruppo E1 Italia, ha saputo sin da subito mostrare grinta e carattere, Beatrice Scarafone ventiduenne della provincia di Frosinone che, dopo alcune esperienze in circuito, ha fatto il suo esordio nelle cronoscalate a Gubbio in occasione del Trofeo Luigi Fagioli con la Peugeot 106 Suzuki E1 It. 1100 e Giorgio Giacomin diciottenne di belle speranze che ha dato il via alla sua carriera sportiva disputando con la Renault Clio Rally5 le due crono Alpe del Nevegàl e Pedavena Croce d’Aune.

Il sodalizio nel corso della giornata ha poi stilato il consueto bilancio sui tanti successi ottenuti nella passata stagione dove sono state registrate ducentosessantotto presenze al via in ben 75 manifestazioni, ha illustrato i programmi per il prossimo futuro agonistico ed omaggiato i partners ed i collaboratori che hanno supportato la compagine negli scorsi dodici mesi.

 

Sono indubbiamente le competizioni in salita a regalare al team le maggiori gratifiche e la prima fra tutte è sicuramente la conquista dell’alloro nella speciale graduatoria riservata alle scuderie partecipanti al Campionato Italiano Velocità Montagna grazie alle numerose affermazioni e ai molteplici piazzamenti fatti registrare dagli alfieri della squadra i quali hanno saputo ben rappresentare i colori della formazione presieduta da Antonio Tomasi.

Il FIA European HillClimb Championship ha proclamato nuovamente vincitori il trentino Christian Merli e la sua Osella FA30 Judd LRM. Il driver di Fiavè, con un rollino di marcia impressionante che lo ha portato ad iscrivere il suo nome nell’albo d’oro di ben dieci prove su dieci disputate, ha incassato, oltre alla coppa assoluta, anche la vittoria nella D/E2 – SS dove ha preceduto il tedesco Alexander Hinn che, con la versione Zytek della vettura di casa Osella, si è aggiudicato il quarto posto nella classifica finale dell’europeo.

Doppia affermazione nella velocità in montagna per Alberto Scarafone; il pilota di Alatri, con destrezza e determinazione, è riuscito ancora una volta a metter le ruote della sua Osella PA21 Honda davanti a tutti dominando la categoria riservata ai prototipi di gruppo CN e la classe fino a 3000 cc.

Annata trionfale pure per l’esperto Diego Degasperi che, nel tricolore, si è confermato di nuovo il miglior interprete delle E2 – SS 3000 portando in gara l’Osella FA30 GEA con la quale ha ottenuto anche il successo nel girone centro nord del Trofeo Italiano Velocità Montagna.

Grandi soddisfazioni arrivano da Achille Lombardi che si è presentato allo start dell'italiano al volante della nuova Osella PA21 4C Turbo LRM gestita dal Team Puglia. Il lucano ha intascato la seconda posizione nella generale e tra le biposto di gruppo E2 - SC oltre al primato nella due litri.

Chiude terzo nella classifica del CIVM riservato alle vetture TM – SS il mai domo Gino Pedrotti che conduce la Renault Formula Tatuus sino alla prima piazza nella serie cadetta dimostrando ancora una volta le sue buone doti velocistiche.

Dopo l'esperienza in pista nel Time Attack Italia, è tornato ad esprimersi ad alto livello nelle cronoscalate il romano Marco Iacoangeli il quale, con la splendida BMW Z4 GT3, ha conquistato la vittoria di classe ed il secondo posto di GT nell’italiano pur dovendo fare i conti con uno stop imprevisto alla Rieti – Terminillo che gli ha precluso la possibilità di lottare fino alla fine per il titolo.

Nel TIVM la medaglia d’oro di Racing Start e di RS2000 è andata al collo del trevigiano Paolo Venturi che, alla sua prima stagione con l’Honda Civic Type – R, si è reso subito protagonista di ottimi risultati anche nel tricolore dove ha concluso terzo di RS fino a 2000cc e primo di classe.

Il Trofeo centro nord vede il trionfo nella E2 - SH oltre 3000 del vittoriese Michele Ghirardo che, con l’accattivante e molto ammirata Lotus Exige Cup 260 motorizzata Toyota, ha chiuso in seconda posizione di gruppo.

Nella categoria NS, bicchiere mezzo pieno per Remo De Bastiani che, penalizzato nella rincorsa al primato dall’annullamento della Salita del Costo, ha concluso l’annata incassando la seconda piazza di 1600 al volante dell’ottimamente preparata Honda Civic EK4.

Ha sfoderato ancora una volta una buona prestazione il patavino Adriano Pilotto il quale è riuscito a condurre la sua Honda Civic Type – R sino sul secondo gradino del podio di Racing Start Plus 2000 nel CIVM mentre il rallista di Pedavena Flavio Vettoretto ha centrato un più che onorevole secondo posto di Racing Start 2000 nella serie nazionale centro nord con la Renault Clio RS.

 

Nel settore dei rally non sono mancate le soddisfazioni per la struttura veneta grazie ai fratelli Zanin.

Mattia, affiancato per la maggior parte della stagione dall’esperto Fabio Pizzol e, in un paio di occasioni, dal vicentino Elia De Guio, ha conquistato la sesta posizione nel blasonato FIA European Rally Championship “Junior” a bordo della Peugeot 208 Rally4 di categoria RC4 messagli a disposizione dalla Delta Rally. Per il ventiduenne coneglianese il 2023 si è concluso con due risultati di rilievo ottenuti al Rally di Scandicci e al Fettunta dove, con la nuova Toyota Yaris GR di classe R1TNaz. 4x4, ha terminato in entrambi gli appuntamenti terzo assoluto.

Bellissima affermazione nel Raggruppamento F del Raceday Rally Terra 2022/2023 per Marco Zanin il quale, con Massimo Morriconi alle note, ha occupato anche la seconda piazza tra gli Under23 iscritti al medesimo trofeo portando in gara la Renault Clio Rally5 di gruppo RC5N gestita dalla NDM Tecno. Il driver ha saputo mettersi in luce anche nel Campionato Italiano Assoluto Rally dove, sempre al volante della scattante due ruote motrici francese curata questa volta dalla Motorsport Italia, ha conseguito il secondo posto tra gli Junior dopo aver vinto due (Rallye San Remo e ACI Rally Monza) dei sei round in calendario.